Chi siamoObiettiviFeedRicerca avanzataContatti

 

Cerca libro
 
Collane libri:
Carrello 0 prodotti
[Carrello Ebook 0 contenuti]

 
IL CATALOGO
In pubblicazione
Collana Orienti
Collana iSaggi
Collana GrandAngolo
Collana Iride
Collana Afriche
Collana 17x24
Collana Narrativa
Collana SoundCiak
Collana ilMenestrello
Collana Pedagogia
Collana del fare
Fuori collana
All'estero/Abroad
Collana Le Graffette e-book
Balcani
Benessere
Diritti umani
Fotografia e arte
Graphic novel
Media
Medio Oriente
Migranti
Poesia
Scuola
Storia
Teatro
PROMOZIONE 3x2
EBOOK PDF
EBOOK EPUB
GLI INIMITABILI
SEGNANIMALI
SEGNAFIABE
DOMINO
PEPERONCINI
PER ACQUISTARE
COME ACQUISTARE
DISTRIBUTORE PROLIBER
LE ATTIVITA'
APPROFONDIMENTI
COMUNICATI STAMPA
AUTORI
ASPIRANTI AUTORI
EXTRA
CLEARedi
LAVORA CON NOI
NEWSLETTER
Iscriviti alla nostra newsletter

IMMAGINE

IMMAGINE

IMMAGINE

IMMAGINE

IMMAGINE

IMMAGINE

IMMAGINE

IMMAGINE

  L’ARRESTO DI GABRIELE DEL GRANDE



20/04/2017. Sono trascorsi oltre dieci giorni da domenica 9 aprile, giorno in cui il nostro autore Gabriele Del Grande, reporter e documentarista, è stato arrestato dalle autorità turche al confine tra la Turchia e la Siria. Gabriele, attualmente trattenuto in un centro di detenzione amministrativa a Mugla, ha potuto telefonare solo martedì sera alla compagna Alexandra D’Onofrio, raccontandole di non aver più il suo telefono cellulare, né i documenti e le sue cose. Gabriele ha rassicurato Alexandra sulla sua salute e l’ha informata di essere stato interrogato più volte, ma di non aver ancora avuto diritto a un avvocato. Per questo Gabriele ha iniziato uno sciopero della fame, invitando tutti a mobilitarsi per il rispetto dei suoi diritti.

Notizie diplomatiche informano che domani, venerdì, il consolato italiano in Turchia potrà incontrare Gabriele e che il ministro degli Esteri italiano Alfano ha chiamato ieri il collega turco per ribadire la richiesta del rilascio immediato del reporter toscano, ricevendo una risposta di massimo impegno dal governo di Ankara perché la procedure vengano concluse al più presto. Sul caso è intervenuta anche l'Alto rappresentante Ue per la politica estera Federica Mogherini che afferma: "Ci siamo coordinati con le autorità italiane fin dal primo momento, come facciamo in casi simili in cui la responsabilità principale è dello Stato membro. L'Ue, in questo particolare caso, si è attivata per sostenere l'azione dell'ambasciatore italiano ad Ankara, che oltretutto ho sentito nei giorni scorsi, per sostenere l'azione della Farnesina e del governo italiano rispetto alle autorità turche".

Sono tantissime le manifestazioni di solidarietà a Gabriele partite in questi giorni, a cominciare da un appello alle istituzioni firmato da Francesca Borri, Concita De Gregorio, Giovanni De Mauro, Stefano Liberti, Valerio Mastandrea, Andrea Segre e dal regista Daniele Vicari. "Conosciamo Gabriele Del Grande da molti anni – si legge nell'appello – abbiamo condiviso con lui viaggi, inchieste e racconti, avendo l'onore e il piacere di apprezzare la professionalità e l'umanità con cui ha sempre condotto le sue ricerche. Il suo contributo alla democrazia del nostro Paese è da anni di enorme valore, grazie alla sua capacità di incontrare, conoscere e capire realtà diverse e complesse, grazie alla sua lucidità nel saper collegare responsabilità politiche a quotidiane ingiustizie subite da uomini e donne delle tante culture che vivono nell'Italia e nel Mediterraneo di oggi".
Le piazze italiane si stanno mobilitando con tantissime iniziative; tra le tante ricordiamo che sabato 22 aprile a Palermo, alla vigilia della XXXII Assemblea generale di Amnesty International Italia, si tiene un’iniziativa in favore di Gabriele. A partire dalle 16,00 ai Cantieri culturali della Zisa, Alessio Genovese, reporter che ha collaborato in diverse occasioni con Del Grande, e Riccardo Noury, portavoce di Amnesty International Italia, aggiorneranno sulla situazione di Del Grande e sulle iniziative in corso per sollecitarne il rilascio. Seguirà la proiezione del documentario “Io sto con la sposa”, realizzato nel 2014 da Antonio Augugliaro, Khaled Soliman Al Nassiry e da Gabriele.

E il web, che segue Gabriele da sempre con affetto, si augura la sua liberazione al più presto attraverso l’hastag #iostocongabriele e #FreeGabriele

Con la nostra casa editrice Gabriele Del Grande ha pubblicato: Il mare di mezzo, Mamadou va a morire e Roma senza fissa dimora



Stampa questa pagina  

Bookmark and Share   

 
NEWS [ARCHIVIO NEWS]
30/4/171° maggio, festa dei lavoratori
30/4/17"Quando gli emigranti eravamo noi", due giorni di incontri con Enzo Barnabà a Pinerolo (To)
29/4/17"La via del ritorno alla vita", domani incontro a Pomaia (Pi)
28/4/17"Bosnia, l'Europa di mezzo", incontro con l'autore
26/4/17"Giardino Atomico. Ritorno a Chernobyl", nuovo in libreria
24/4/17Frank Chamizo, il docufilm a lui dedicato
24/4/1725 aprile, festa della Liberazione
24/4/17"Matrimonio siriano", un nuovo progetto in crowdfunding
24/4/17Storie, la rubrica del Tg 2, intervista Dubravka Ustalic
24/4/17Gabriele Del Grande è libero!
23/4/17Frank Chamizo, questa sera il docufilm a lui dedicato su Rai 2
22/4/17Questa sera su "Storie", l'intervista a Dubravka Ustalić
21/4/1722 APRILE, GIORNATA MONDIALE DELLA TERRA
 Tutte le news
PROMOZIONI
1Napoli e la seconda guerra mondiale
2Rapporto 2016-2017
3I labirinti del male
4Il Mare di Mezzo
5Cantieri
6Il tesoro della salute
7Rivoluzione a scuola
8Ti ricordi Cernobyl?
9La trappola
I LIBRI PIU' CLICCATI
1Diario da Sarajevo
2Il sogno fasullo
3Vai Razzo, veloce e feroce
4In attesa
5La fuga
6Il Battaglione Bosniaco
7Oro Azzurro
8Burkina Faso
9Rapporto 2015-2016
I LIBRI PIU' VENDUTI
1Rapporto 2015-2016
2Oro Azzurro
3Capitale garantito
4La rana e la pioggia
5Dalla Jugoslavia alle Repubbliche indipendenti
6Eden
7Tutto è vanità
8In attesa
9La Musica è Felicità
Copyright © 2017 Infinito edizioni S.r.l. P.I. 9582871001 | Realizzazione Siti MarcoMedi@ Privacy