Diritti umani, due giorni di incontri nelle Marche con Amnesty International –
On aprile 6, 2018 | 0 Comments

06/04/2018. “Siamo entrati nel 2018, 70° anniversario della Dichiarazione universale dei diritti umani, eppure è fuori di dubbio che i diritti umani non possono essere dati per scontati da nessuno di noi. Di certo non possiamo dare per scontato il fatto di poterci riunire per protestare o per criticare i nostri governi. Né possiamo dare per scontato che avremmo a disposizione un sistema previdenziale quando saremo vecchi o invalidi; che i nostri bambini potranno crescere in città con un’aria pulita e respirabile; o che, in quanto giovani, lasceremo la scuola per trovare lavori che ci permetteranno di comprare una casa.

La battaglia per i diritti umani non è mai vinta definitivamente, in nessun luogo e in nessun momento storico. I confini si spostano di continuo, per cui non c’è spazio per il compiacimento. Nella storia dei diritti umani, questo non è mai stato più chiaro di ora. Ma, dovendo far fronte a sfide senza precedenti in tutto il mondo, le persone hanno continuato a dimostrare che la loro sete di giustizia, dignità, uguaglianza non verrà spenta, trovando ancora modi nuovi e coraggiosi per esprimere questo bisogno, spesso a caro prezzo. Nel 2017, questa battaglia globale per i valori ha raggiunto un nuovo livello d’intensità”.

Con queste parole Salil Shetty, Segretario generale di Amnesty International, presenta il Rapporto 2017-2018. La situazione dei diritti umani nel mondo, la nuova edizione del rapporto annuale dell’organizzazione che si batte da quasi 60 anni per la difesa dei diritti umani. Vi invitiamo a seguire i due incontri organizzati nelle Marche per oggi e domani, secondo questo calendario:

– venerdì 6 aprile, ANCONA, presso il Consiglio regionale delle Marche, Piazza Cavour 23, ore 17,30. Sarà presente Paolo Pignocchi, vicepresidente di Amnesty International Italia;
– sabato 7 aprile, JESI (AN), presso il teatro Cocuje, Via dell’Esino, 40, ore 17,00. Sarà presente Paolo Pignocchi, vicepresidente di Amnesty International Italia.

Leave a reply