Il controllo delle frontiere marittime: il caso Diciotti in “La situazione dei diritti umani nel mondo” di Amnesty International
On febbraio 19, 2019 | 0 Comments

19/02/2019. “Col caso Diciotti si è chiuso il cerchio di una strategia, efficacemente riattivata dal governo precedente ma originariamente intrapresa (benché con mezzi parzialmente diversi) già dal governo Berlusconi, che si poneva il medesimo obiettivo finale: la riduzione degli approdi di rifugiati e migranti in Italia mediante la delega del controllo delle frontiere marittime italiane ed europee alle autorità libiche.”

Con questo breve estratto, ripreso dal volume “La situazione dei diritti umani nel mondo. Il 2018 e le prospettive per il 2019” a cura di Amnesty International, Elisa De Pieri e Matteo De Bellis, ricercatori dell’Ufficio regionale per l’Europa di Amnesty International, focalizzano la loro attenzione sul caso della Diciotti.

La situazione dei diritti umani nel mondo. Il 2018 e le prospettive per il 2019” è un riferimento indispensabile per attivisti, ricercatori, avvocati, giornalisti, rappresentanti delle istituzioni, associazioni e per tutte le persone che credono che il cambiamento sia possibile.

Leave a reply