Il ricordo dell’intellettuale Predrag Matvejević firmato da Giacomo Scotti
On Febbraio 2, 2019 | 0 Comments

02/02/2019. Il 2 febbraio del 2017 si spegneva, a 84 anni, Predrag Matvejević, grandissimo intellettuale che ha dedicato la sua vita e le sue opere alla cultura dell’accoglienza. Ricordiamo la sua figura con le parole dello scrittore e suo caro amico Giacomo Scotti, tratte dal volume dal titolo “Matvejević e io, due marinai”.

“A proposito delle minoranze, delle quali Predrag prese spesso le dife­se nei suoi scritti e discorsi, ricorderò l’attenzione da lui costantemente rivolta agli italiani, bistrattati sotto tutti i governi susseguitisi nell’ex Jugoslavia. Quanto alle persecuzioni, ricorderò la sua partenza da Zagabria nel 1991 dopo un “ammonimento” piuttosto rumoroso lanciatogli dagli scagnozzi filo-ustaša del regime tuđmaniano: tre colpi di rivoltella contro la cassetta postale della sua abitazione: una raffica in pieno giorno, alle tre del pomeriggio. Quell’ammonimento arrivò dopo una critica rivolta da Matvejević ai “Signori della guerra” fratricida iniziata da alcuni mesi. Fu costretto a partire, a scegliere una posizione “fra asilo ed esilio” prima in Francia e poi in Italia, il Paese da lui sempre amato.”

Leave a reply