“Memorie da due mondi” e la difesa dei diritti umani nel mondo – La storia di Stelita oggi a - piùlibri18
On dicembre 7, 2018 | 0 Comments

07/12/2018. Nessun individuo potrà essere arbitrariamente arrestato, detenuto o esiliato (art.9), oppure: Ogni individuo ha diritto, in posizione di piena uguaglianza, ad una equa e pubblica udienza davanti ad un tribunale indipendente e imparziale, al fine della determinazione dei suoi diritti e dei suoi doveri, nonché della fondatezza di ogni accusa penale che gli venga rivolta (art.10)
Questi due articoli della Dichiarazione Universale dei diritti umani svelano due principi fondamentali: “si nasce liberi” e  “i diritti umani preesistono alla legge scritta”.
Molto spesso nel corso della storia questi diritti sono stati, e sono tutt’ora, violati. Repressione, pena di morte, tortura, pulizia etnica, stupri e odio. Una scena globale che porta con sé conseguenze inevitabili e drammatiche. Il libro che consigliamo oggi parla proprio di questo. Una storia di libertà e di voglia di libertà.
Scritto a quattro mani da Daniela David e Manuela Cedarmas, MEMORIE DA DUE MONDI, infatti, racconta la biografia errante di Stelita, una donna di origini italo-tedesche nata a Valparaíso, in Cile, che fin da bambina viene destinata a un mondo oppresso dalle dittature e divorato dalle ingiustizie, ma che riesce ad affrontare e trasformare le difficoltà e gli ostacoli in un’opportunità. L’infanzia in Italia in un collegio di suore durante il regime fascista, gli anni felici e rassicuranti dell’università nel corso della guerra e la persecuzione razziale, il matrimonio con un militare polacco in Inghilterra e l’approdo nell’Argentina peronista degli anni Cinquanta. Un percorso itinerante che sembra fermarsi nella grande Buenos Aires, ma che sarà squarciato dalla repressione del regime militare, la persecuzione dei sacerdoti terzomondisti e la scomparsa di amici e persone.
Un’autobiografia che indaga in maniera consapevole cosa accade quando il sistema democratico di un Paese crolla, i diritti costituzionali sospesi e la dignità umana costantemente violata.

Le autrici presentano il libro insieme a Riccardo Noury e Anna Maria Giordano oggi pomeriggio, alle 17,30 in sala Antares, nell’ambito di Più libri più liberi che si tiene presso il Roma Convention Center La Nuvola, viale Asia 40 (zona Eur).

 

 

Leave a reply