Una riflessione sul menù del cenone di Capodanno con “Il pesce è finito”, di Gabriele Bertacchini
On Dicembre 29, 2021 | 0 Comments

29/12/2021. “Un tempo, almeno in Italia, il salmone era considerato un pesce di lusso, uno di quelli che si mangiava solo in occasioni speciali, come a Natale o durante il cenone dell’ultimo dell’anno, magari su una tartina con del burro salato, o in un primo piatto a base di tagliolini – scrive il nostro autore Gabriele Bertacchini nel volume dal titolo Il pesce è finito. Lo sfruttamento dei mari per il consumo alimentare. Oggi lo si trova a “buon mercato” sia fresco che confezionato. Solo per il “nostro” Paese si sono superate le centomila tonnellate di salmone da importazione.

Si è iniziato ad allevarlo nel 1969, quando da quaranta corsi d’acqua della Norvegia sono stati prelevati degli esemplari da avviare a un processo di selezione. Nel 1971, solo in quello Stato scandinavo, si producevano già mille tonnellate di salmone”.

In vista del cenone di Capodanno è importante portare la nostra attenzione, ancora una volta e in maniera sempre più consapevole, su come le nostre scelte – anche alimentari – siano importanti non solo per noi, nel nostro piccolo, ma per l’intero ecosistema Terra e la lettura del volume di Gabriele Bertacchini è uno strumento preziosissimo per riflettere e ragionare.

Con il patrocinio di Oceanus

Leave a reply