“Vivi e lascia morire”, incontro domani a Ventimiglia
On Novembre 6, 2019 | 0 Comments

06/11/2019.Tocca il sangue e la gota arrossa.

Cinque rettili al bilancino scambiano oro
una mattina qualsiasi di tutti i secoli
digrigna il silenzio bovindo massiccio
l’ultimo escluso giardino legge le labbra

la tribù dei colibrì puzza già di sudore
l’estasi non intende restituire i ragazzi
grammate d’atmosfera intonse sfiorano
comparti blindati in cui languono torti
l’ufficio della memoria apre al pubblico
alle sette è servito il primo whisky

doma l’animale incapace di resistere

L’occasione poetica sgorga dall’entusiasmo d’una nuova amicizia. La dedicataria di Vivi e lascia morire di Luca Perrone è penna che non stenterà a emergere e scalare ogni vetta, nonché una preziosa consolatrice e consigliera eclettica. Il miracolo avviene attraverso il filtro d’un telefono che, da strumento di tortura, si fa tramite indispensabile a colmare la distanza.

Si susseguono dieci frenetici giorni primaverili in cui Luca Perrone si scortica le mani in una solitaria standing ovation a Dioniso e al Caos. Le uniche pause, gli unici intervalli che si concede, le sobrie apollinee apparizioni, che getta su carta, sono le disciplinatissime ore dedicate alla stesura di trenta dei trentatré componimenti della silloge. Solo tre delle trentatré poesie hanno infranto una regola personale: sono state scritte in stato d’ebbrezza e appartengono alla sezione “Vivi e lascia morire. Sbronzo”.

Non si tratta di poesia intima e impellente, di sfogo personale, di ritagliare uno spazio d’espressione lirica in una vita altrimenti comoda e inalterabile: Vivi e lascia morire, è il messaggio nella bottiglia; il poeta si è dedicato ai versi col bisturi e la mano ferma, il cervello acceso e vorticosamente in cerca di lemmi da sventagliare con un mitra cordiale ma letale.

Questo libro è “una vera miniera di immagini, idee ed emozioni”. (Francesco Improta)

Vi invitiamo a seguire la presentazione organizzata domani a VENTIMIGLIA (IM), presso la biblioteca Aprosiana, piazza Ettore e Marco Bassi 1, ore 16,00. Dialoga con l’autore Piero Fullone, che curerà anche l’accompagnamento musicale.

Leave a reply