La forza dello sport nella vita: “Ho fatto centro”, incontro a Cortina d’Ampezzo
On febbraio 13, 2019 | 0 Comments

13/02/2019. “Lo sport, nella mia gioventù, aveva la stessa consistenza di un fantasma: non esisteva. Non lo consideravo. Ma è proprio vero che le idee rivoluzionano il mondo. Anche il mio. Perché la semplice idea di fare un tentativo con lo sport ha improvvisamente schiuso nuovi orizzonti.

Tra il 1986 e 1987, mi sono cimentato in un corso di tiro con l’arco a Castion.

Arrivo in palestra e Oris Dal Pont e Berto Bortot notano presto le mie braccia chilometriche. Entrano in magazzino ed estraggono l’arco più grande che avevano, insieme alle frecce più lunghe. Ma, non appena tendo l’arco, mi stoppano: «Fermo, torna sabato prossimo perché non abbiamo frecce adatte. Nel tuo caso, ci vorrebbero dei tubi Innocenti». Questo a testimonianza di quanto fosse amichevole quell’ambiente.

È allora che ho iniziato con l’arco: una passione diventata viscerale, anche se, a quei tempi, ho investito le mie principali risorse ed energie sul tiro a segno. Non poteva essere altrimenti. In Italia stavo vincendo tutto. E nelle mie orecchie è entrata una parolina magica: Paralimpiadi.”

 

Così si racconta Oscar De Pellegrin a Francesca Mussoi e Marco D’Incà, suoi compagni d’avventura in Ho fatto centro. Il pluricampione bellunese ha al suo attivo sei medaglie paralimpiche (due d’oro e quattro di bronzo) da Barcellona nel 1992 con il tiro a segno proseguendo poi con il tiro con l’arco dove raccoglie successi fino a Londra venti anni dopo, quando termina la sua carriera olimpica con la medaglia d’oro nel tiro con l’arco individuale. De Pellegrin ha trasformato la sua passione per lo sport in ragione di vita, schierandosi sempre dalla parte di chi è meno fortunato e spendendosi in prima persona per testimoniare come ognuno di noi, con la giusta spinta e passione, possa superare i propri limiti.

Segnaliamo un’occasione unica per un incontro con Oscar De Pellegrin il prossimo 13 febbraio a CORTINA D’AMPEZZO (BL), presso il Museo d’Arte Moderna Mario Rimoldi, corso Italia 69, alle 18,00. Dialoga con l’autore Silvano Cavallet.

Leave a reply