L’impatto della pandemia da Covid-19 e il Terzo settore: “I dimenticati. Coloro che non sono ripartiti dopo la pandemia”
On Gennaio 18, 2021 | 0 Comments

18/01/2021. “Tra il 18 marzo e il 15 aprile 2020, il Terzo settore italiano ha subìto un duro colpo dall’emergenza Covid-19 e il 45% delle Ong ha chiuso i battenti. Questa crisi ha effetti gravissimi su quel miliardo di persone che vive in estrema povertà o è vittima di crisi umanitarie e abusi e per cui le Ong rappresentano una possibilità di vita migliore”. Con queste parole di Gianni Rufini – raccolte da Riccardo Noury e Luca Leone nel lavoro collettivo dal titolo I dimenticati. Coloro che non sono ripartiti dopo la pandemia – si pone l’accento sui pesanti effetti della pandemia da Covid-19 sul Terzo settore.

I dimenticati nasce con lo scopo di mettere in luce le criticità di persone – tantissime – che vivevano già in una situazione di grande vulnerabilità: i minori, i poveri, le persone con disabilità, quelle private della libertà personale, chi deve vivere per strada, le donne di fronte a un mercato del lavoro discriminatorio.

Hanno partecipato a I dimenticati (in ordine alfabetico): Daniela Chieffo, Luigi Ciatti, Gessica Costanzo, Anna Dalle Molle Marco Damilano, Lucia De Marchi, Monica Di Sisto, Alessandro Forlani, Letizia Giangualano, Salvatore Giuffrida, Mario Marazziti, Federica Moriconi, Fabrizio Nurra, Marco Omizzolo, Mauro Palma, Veronica Pivetti, Gianni Rufini, Gianfranco Schiavone, Antonio Schizzerotto, Ilaria Sotis, Carlo Stasolla.

Leave a reply